Tour di Roma – Tour suggeriti

Eletrik Bike Roma - Tour di Roma

Mappa dei Tour

La bicicletta a pedalata assistita per effettuare i tour di Roma!

Pista ciclabile

Scaricate QUI altri 2 dei nostri tour in formato PDF.

Roma è una città ricca di monumenti antichi, strade movimentate, affascinanti vicoletti e piazzette nascoste. Visitare Roma è sempre un’esperienza indimenticabile, ma potete renderla ancora più entusiasmante alleviando la fatica e rendendo facili e piacevoli anche le salite ed gli spostamenti un po’ più lunghi. Certamente le distanze non sono piccole se volete fare degli itinerari lunghi e avete pochi giorni. Grazie all’aiuto dell’e-bike i nostri Tour di Roma sono il modo più semplice, ecologico ed efficace di vedere la città, limitando al minimo lo sforzo e sfruttando al meglio il tempo. Avere la possibilità di girare per Roma è sempre un’esperienza indimenticabile. L’ideale è effettuare dei tour di Roma con una delle nostre biciclette a pedalata assistita, che permettono di alleviare la fatica e rendere semplici anche spostamenti dove possono essere presenti salite….e a Roma non mancano. Ecco quindi una serie di tour di Roma con partenza dal nostro negozio vicino a San Pietro (Vaticano) per ammirare la città.

Abbiamo preparato diversi tour per Roma che possano permettervi di avere già una visione delle bellezze della Capitale. Per ogni itinerario che organizziamo, e che troverete in questa pagina, sono presenti: l’elenco delle strade principali attraversate, i principali luoghi d’interesse, la lunghezza orientativa in chilometri e le cartine di Google Maps (sul sito) e di Google Earth da poter scaricare  sul vostro computer e importare sul vostro smarthphone o tablet.

Parti per un Tour di circa tre ore scegliendo il tuo itinerario tra quelli da noi proposti:

Esempio del Tour “Pista ciclabile e ponti da sotto DI ROMA”. Per questo tour utilizzeremo: Andata e  Ritorno (soluzione 1).

Da via Otranto 39/b (Vaticano/Prati) si monta in bici e iniziamo il nostro percorso di Roma, libero dal traffico e dal caos della città facendoci riscoprire nuove prospettive del muoversi a Roma. Percorriamo viale Angelico, arrivando in Viale Giuseppe Mazzini. Passando sotto il Ponte Regina Margherita per poi proseguire il nostro percorso  seguendo l’argine destro del fiume Tevere.

Tra Ponte Umberto I e Ponte Sant’Angelo

 

Tra Ponte Umberto I e Ponte Sant’Angelo si avrà modo di  utilizzare una nuova prospettiva di Castel Sant’Angelo e San Pietro.

 

 

 

Triumphs and laments

Proseguendo si passerà sotto Ponte Vittorio Emanuele e Ponte Principe Amedeo Savoia Aosta, dalPonte Giuseppe Mazzini fino al Ponte Sisto si potranno vedere gli splendidi graffiti che raffigurano la storia di Roma un percorso di 550 metri composti da 80 figure alte fino a 10 metri. L’opera creata “Triumphs and laments” realizzato rimuovendo la patina biologica dai muraglioni di travertino che costeggiano la banchina, che esplorano i principali contrasti nella storia della Città Eterna, rappresentando i più grandi trionfi e sconfitte di Roma, dal passato mitologico al presente.

 

 

Dopo Ponte Garibaldi si potrà ammirare L’Isola Tiberina (Insula Tiberina) nata in modo alluvionale, è l’unica isola urbana del Tevere, nel centro di Roma. La leggenda vuole che l’isola si sia formata nel 510 a.C. dai covoni (i fasci di spighe) del grano mietuto a Campo Marzio, di proprietà del re Tarquinio il Superbo al momento della rivolta: alcuni studi proverebbero che l’isola ha origini molto anteriori all’evento. Poco coinvolta nelle vicissitudini della città, per questa ragione ospitò il tempio di Esculapio, dio della medicina. Adesso vi si trova l’ospedale Fatebenefratelli.

Da qui si potrà vedere anche un’altra opera romana, il Ponte rotto (pons fractus o pons ruptus),  è il nome con il quale è più comunemente noto il troncone dell’antico “pons Aemilius”, antistante il moderno ponte Palatino.

Superando quest’ultimo si avrà l’ultimo tratto di pista ciclabile che ci porterà a risalire fino al livello stradale su Ponte Sublicio attraversandolo ci immetteremo su Lungotevere Aventino per andare sul Clivo del Publicii del colle Aventino che ci porterà al Parco Savello, più noto come Giardino degli Aranci, è un piccolo terrazzo sull’ Aventino che affaccia sul Tevere. Da questo angolo, tra i più amati della città, si gode una delle viste più belle ed uniche della città. Il parco si estende nell’area dell’antico fortilizio eretto dalla famiglia dei Savelli tra il 1285 e il 1287 presso la chiesa di Santa Sabina sull’Aventino proseguendo si arriva alla Piazza dei Cavalieri di Malta, da qui si ha la veduta più particolare ed interessante di Roma. Dal buco della serratura del portale del Complesso del Sovrano Ordine dei Cavalieri di Malta infatti, si può ammirare la Cupola della Basilica di San Pietro.

Proseguendo per Via di Sant’Anselmo si arriverà a Viale Aventino per arrivare al Circo Massimo, il più grande edificio per lo spettacolo dell’antichità e uno dei più grandi di tutti i tempi (600 m di lunghezza per 140 m di larghezza), è collegato dalla leggenda alle origini stesse della città: qui infatti ebbe luogo il ratto delle Sabine che segna uno dei primi importanti eventi della città di Roma. Poi costeggiando Circo Massimo si potrà ammirare la Bocca della Verità La Bocca della Verità è un antico mascherone in marmo, murato nella parete del pronao della chiesa di Santa Maria in Cosmedin di Roma dal 1632 gode di fama antica e leggendaria: alla Bocca viene attribuito il potere di pronunciare oracoli. In essa si dice “Ad sanctam Mariam in Fontana, templum Fauni; quod simulacrum locutum est Iuliano et decepit eum” (“Presso la chiesa di santa Maria in Fontana si trova il tempio di Fauno; tale simulacro parlò a Giuliano e lo ingannò”).

Teatro Marcello

 

Risalendo Via del Teatro di Marcello si potrà ammirare un’altra opera romana Il teatro di Marcello (in latino: Theatrum Marcelli) è un teatro della Roma antica, tuttora parzialmente conservato, (nota come Circo Flaminio) tra il fiume Tevere e il Campidoglio.

 

 

 

Altare della Patria

 

Arrivati a Piazza Venezia ammireremo il Monumento nazionale a Vittorio Emanuele II, meglio conosciuto con il nome di Vittoriano o Altare della Patria.

 

 

 

 

Piazza Navona HDR

Poi Corso Vittorio Emanuele II per andare a vedere un altro simbolo di Roma, Piazza Navona è una delle più celebri piazze di Roma, fatta costruire dalla famiglia Pamphili. La sua forma è quella di un antico stadio: venne costruita in stile monumentale per volere di papa Innocenzo X. Piazza Navona, ai tempi dell’antica Roma, era lo Stadio di Domiziano che fu fatto costruire dall’imperatore Domiziano nell’85. Era lungo 276 metri, largo 106 e poteva ospitare 30.000 spettatori. E’ un simbolo della Roma barocca, con elementi architettonici e scultorici di Gian Lorenzo Bernini (la Fontana dei Quattro Fiumi al centro della piazza, che rappresenta il Danubio, il Gange, il Nilo ed il Rio della Plata, i quattro angoli della Terra), Francesco Borromini e Girolamo Rainaldi (la chiesa di Sant’Agnese in Agone, davanti alla fontana del Bernini).

 

Gioco di Ponti

Questa volta supereremo il Ponte Umberto I per trovarci di fronte al Il Palazzo di Giustizia  conosciuto come il Palazzaccio arrivando Castel Sant’Angelo  (o Mole Adrianorum o “Castellum Crescentii” nel X-XII sec.), detto anche Mausoleo di Adriano, situato di fronte al pons Aelius (attuale ponte Sant’Angelo), a poca distanza dal Vaticano, è collegato allo Stato del Vaticano attraverso il corridoio fortificato del “passetto“. Il castello è stato radicalmente modificato più volte in epoca medievale e rinascimentale. Cominciato dall’imperatore Adriano nel 125 come suo mausoleo funebre, ispirandosi all’ormai completo mausoleo di Augusto, fu ultimato da Antonino Pio nel 139.

 

Poi per Via della Conciliazione che collega idealmente la capitale d’Italia con lo Stato Vaticano, secondo una direttrice che si sviluppa da Castel Sant’Angelo fino a piazza San Pietro; la strada sbocca in piazza Pio XII, dove una sottile linea di travertino romano, delinea il confine di Stato con la Città del Vaticano, inquadrando scenograficamente la basilica petrina. Si tratta di una delle opere urbanistiche più discusse e aspramente criticate del Novecento.

Davanti ar Cupolone

La basilica di San Pietro in Vaticano (nome esatto completo: papale basilica maggiore di San Pietro in Vaticano) è una basilica cattolica della Città del Vaticano; simbolo dello Stato del Vaticano, cui fa da coronamento la monumentale piazza San Pietro. È la più grande delle quattro basiliche, spesso descritta come la più grande chiesa del mondo. Poi di ritorno al negozio.

Scegli uno degli itinerari riportati nella pagina e prenota il tour di Roma che attira di più la tua curiosità  e che ti aiuti a esplorare al meglio la Città Eterna. Parti per un Tour di circa tre ore scegliendo il tuo itinerario tra quelli proposti:

Per maggiori informazioni o per prenotare un tour puoi contattarci all’indirizzo eletrikbikeroma@gmail.com o telefonare al numero 06/83805359.

 

Primo tour di Roma:

Commenti chiusi